Scegliere una porta blindata significa mettere al primo posto la sicurezza, ma non solo. Infatti non dovrai rinunciare al design: una volta deciso di installare una porta blindata, ti troverai di fronte a diverse possibilità di rivestimenti e potrai selezionare quelli che più corrispondono allo stile di casa tua e che si adattino al contesto nel quale si trovano. Una porta da interno ha ovviamente una resistenza diversa rispetto ad una porta da esterno.
Un fattore che devi considerare è l’esposizione agli agenti atmosferici, anche i pannelli di rivestimento devono possedere caratteristiche idonee a sopportare vento, pioggia, umidità o irraggiamenti.

Quali sono i materiali più consigliati per i rivestimenti delle porte da esterno?

Alluminio, idroskin, massicci, compensati e pantografati. I rivestimenti delle porte per interni, invece, possono essere laminati, lisci e printwood.
Inoltre tra le diverse tipologie di rivestimenti per porte blindate esistono anche i pannelli pantografati, pannelli in multistrato di legno su cui viene creato un motivo o una decorazione a tuo piacimento.

Le porte Dierre ti garantiscono la qualità del Made in Italy: sono realizzate in materiali pregiati anche da maestri ebanisti e intagliatori che, secondo tecniche tradizionali di taglio e intaglio, modellano essenze pregiate come il noce, il castagno, il rovere e il ciliegio antichizzato.

Ecco una piccola legenda per aiutarti nella scelta della porta giusta:

ESPOSIZIONE COMPLETA

Questi pannelli possono essere installati in luoghi sottoposti all’intensa azione di sole, salinità, pioggia e gelo.

 

ESPOSIZIONE COMPLETA CON MANUTENZIONE ANNUALE

Questi pannelli possono essere installati in luoghi sottoposti alla moderata azione di sole, salinità, pioggia e gelo: è necessaria una manutenzione annuale.

 

ESPOSIZIONE LIMITATA

È consigliata l’installazione solo se in posizione riparata da sole e pioggia diretti (porticati, tettoie e coperture profonde almeno un metro).

 

ESPOSIZIONE SCONSIGLIATA

È sconsigliata l’esposizione a qualsiasi agente atmosferico: l’applicazione ideale è in atri e pianerottoli di condomini.

 

Fonte: DIERRE SPA